| Home |

INCONTRO ITALO FRANCESE AMICI DI SANTIAGO

 

24 – 25 – 26 settembre 2010

Sempre più numerosi, ormai abbiamo superato il centinaio di partecipanti, ci siamo ritrovati a “Les Bories” di Niozelles in alta Provenza per visitare Lurs, Forcalquier, l’abbazia benedettina di Ganagobie e infine Sisteron.

Il villaggio di Lurs, arroccato su di un poggio, conserva angoli di suggestiva bellezza tra le sue case medievali. Cielo coperto e fresco autunnale che non ha scoraggiato i numerosi pellegrini.

Sabato visita a Forcalquier dalla cattedrale romanicogotica del XII secolo addossata alle antiche mura su fino alla rocca da cui, con il cielo rasserenato,si è goduto il panorama sulle colline di Provenza. Qui naquero le figlie del conte di Forcalquier andate spose al re di Francia Luigi IX, al re d’Inghilterra e a Carlo d’Angiò. Un piccolo paese, una grande discendenza.

Al pomeriggio visita e Messa all’abbazia di Ganagobie in cima all’omonimo altopiano da cui si gode del vasto panorama sull’ampia valle della Durance.

Abbiamo ammirato, nella mistica tranquillità del luogo, la bellissima chiesa romanica del XII secolo famosa per il portale scolpito e all’interno per i mosaici sul pavimento dell’abside.

Domenica siamo stati ricevuti nel palazzo comunale dal sindaco di Sisteron e successivamente in cattedrale dal vescovo di Sisteron, Digne e Forcalquier. E’ seguita la visita del borgo medievale e della cittadella, opera dell’architetto Vauban, baluardo della gola che divide la Provenza dal Delfinato. Qui, il 5 marzo 1815, Napoleone, di ritorno dall’esilio all’isola d’Elba, incontrò qualche problema a passare per una iniziale ostilità della cittadinanza.

L’incontro è terminato con un pranzo generoso e raffinato.

Ringraziamo tra gli organizzatori in particolare Georgette, Alain,  Claire e i signori Tosco del gruppo italiano.

Ringraziamo infine tutti i pellegrini che hanno partecipato per l’amicizia che ogni anno si rinsalda e diventa sempre più calorosa.

 

Onore a San Giacomo.

Ultreya et Suseya!

 

 

nilo marocchino 

 

foto di Giovanna Fila